Primary Color:
Primary Text:
Secondary Color:
Secondary Text:
Tertiary Color:
Tertiary Text:
Color Picker
Preview
FeaturesTypographyTutorials
Module Title
Home
Module Title

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Ut non turpis a nisi pretium rutrum. Nullam congue, lectus a aliquam pretium, sem urna tempus justo, malesuada consequat nunc diam vel justo. In faucibus elit at purus. Suspendisse dapibus lorem. Curabitur luctus mauris.

Module Title
Module Title
Instructions

Select a predefined style from via the drop-down or choose your own colors via the handy mooRainbow based color-chooser. When you are satisfied with your selection, click the "Apply Colors" button below to store your selection in a cookie.

Apply Colors
PDF Stampa E-mail

C O P P A   I T A L I A    2010

 

 

MODALITA' DI PARTECIPAZIONE

  1.  Ogni squadra che partecipa al torneo deve essere affiliata alla F.I.B.S. e tutte le sue componenti di gioco devono essere regolarmente  tesserate.
  2.  Non sono ammessi giocatori uomini o donne di età inferiore a 16 anni.
  3.  Per le donne: sono ammesse le giocatrici, i tecnici, i maneger ed i coach di serie A1 e A2 softball (straniere e non) che verranno considerate atlete agoniste.
  4.  Le atlete agoniste non dovranno mai superare la proporzione del 50% rispetto le atlete non agoniste presenti nell’ordine di battuta.
  5.  Per gli uomini: non sono ammessi i giocatori tesserati come agonisti (serie A1, A2, B ) negli anni solari 2008/2009/2010.

 

  1.  Qualsiasi giocatore, che abbia compiuto 45 anni (anno solare) non ha vincoli.
  2.  Per gli uomini: non sono ammessi i tecnici i maneger ed i coach che abbiano svolto attività presso squadre di serie A1, A2, B, negli anni solari 2008/2009/2010, C(C1-C2) anno 2010, quelli delle giovanili sono liberi da vincoli.
  3.  E' ammessa la presenza di un numero illimitato di  giocatori stranieri sia uomini che donne  nel roster (nel rispetto di quanto sopra) ma ne potranno essere schierati solo due in campo. Per in campo si intende sia in attacco che in difesa.
  4.  Sono ammessi i dirigenti di società e gli arbitri, ma questi ultimi non possono arbitrare nel torneo in corso.
  5.  Non esistono più limiti di date per il tesseramento di nuovi giocatori. Ogni squadra può tesserare (con regolare procedura alla Federazione) un nuovo giocatore durante il campionato e lo può schierare in campo dal terzo giorno della data di tesseramento (esempio: tesserato il giovedì, può giocare dalla domenica). Ogni nuovo tesseramento deve essere comunicato contemporaneamente all'invio alla Federazione e anche al Comitato Organizzatore, al quale verrà data copia della documentazione inviata alla F.I.B.S..

    SVOLGIMENTO DELLE GARE E REGOLAMENTO
     

 

  1.  Una squadra è considerata legale (e ha l’obbligo di iniziare a giocare) quando è così composta:
  2.  Con 10 giocatori: minimo 1 donne. Una formazione di sole donne è ammessa.
  3.  Con 9 giocatori: minimo 1 donna (e un OUT per la mancanza del numero legale).
  4.  Con 8 giocatori: minimo 1 donna (e due OUT per la mancanza del numero legale). Una formazione di soli uomini non è ammessa.
  5.  Una squadra che all’orario programmato per l’inizio della gara riesce a schierare solamente 8 o 9 giocatori, deve  contrassegnare nell’ordine di battuta le posizioni dei giocatori mancanti con una “X”. Tali posizioni potranno essere completate con l’arrivo di ulteriori giocatori.
  6. Le donne  potranno essere schierate in qualsiasi posizione del line up senza nessun vincolo.

 


 

 

  1. Una squadra (indipendentemente quale sia il numero di giocatori di partenza) se nell'arco della durata della gara non ha più a sua disposizione alcuni componenti (infortunio, abbandono, espulsione ecc.), sarà comunque considerata legale purché riesca a schierare almeno 8 giocatori (con almeno 1 donna in difesa).
  2. Una squadra che non riesce a schierare in difesa dieci giocatori partenti, non potrà usufruire per tutto il resto della gara nè dell’ EP (Extra Player) nè del DP (Designed Player). Si ricorda che l’EP è un undicesimo battitore che può essere inserito in qualsiasi posizione nell'ordine di battuta, ma non può mai essere utilizzato come difensore, mentre il DP può battere per un qualsiasi altro giocatore e può essere anche utilizzato in difesa nel rispetto delle regole del RTG Softball.
  3. Quando utilizzato, il DP va inserito nella posizione di battuta voluta e a fianco nella casella del ruolo va scritto DP, mentre il difensore che non va a battere (perché ha il DP) deve essere scritto nell’ultima casella e a fianco nella casella del ruolo va riportato il suo ruolo difensivo.

 

 

 

 

  1. Ogni partita avrà la durata di 7 inning (6 inning e ½ se la squadra di casa sarà in vantaggio) senza limitazione di tempo. Una mezza ripresa avrà termine quando la squadra in difesa avrà completato tre eliminazioni oppure la squadra in attacco avrà segnato quattro punti. Solamente al settimo inning una mezza ripresa avrà termine quando la squadra in difesa avrà completato tre eliminazioni.
  2. In caso di parità al settimo inning, si procederà agli extrainning applicando la regola del  tie-breaker, il punteggio resterà libero per tutto il proseguo della partita.
  3. Per quanto non specificato, viene applicato il Regolamento Tecnico di Gioco di Softball che comprende le regole dello Slow Pitch.
  4. Ogni lanciatore prima di effettuare il suo primo lancio di gioco, può optare di non lanciare dalla pedana regolamentare ma da un metro dietro la stessa,  e fatta la scelta, deve mantenerla per tutto il tempo che rimarrà in gioco come lanciatore.
  5. Per comodità della gestione dei campi, si ricorda che la distanza tra la pedana del lanciatore e casa base è di 15,24 m. (seconda pedana a 16,24 m.) e la distanza tra le basi è di 19,81 m.
  6. La zona dello strike è lo spazio che si trova al di sopra di qualsiasi parte del piatto di casa base ed è compresa fra la spalla posteriore del battitore e le sue ginocchia(questo per quello che riguarda l' altezza). Invece per quello che riguarda la profondità e la larghezza, quest' anno l' area dello strike, sarà evidenziata da un pannello ritagliato intorno a casa base. (quindi tutta l'area  aggiunta compresa casa base diventa area “strike”. Il pentagono di casa base servirà solo per gli arrivi a casa).L'organizzazione  ha previsto questa area di dimensioni adeguate, onde evitare discussioni. Comunque gli arbitri rimangono giudici indiscussi per quello che riguardano le chiamate di “ball” e di “strike”.
  7. Non è ammessa la base ball intenzionale. La base ball di gioco darà diritto al battitore alla seconda base, i corridori avanzano solo se forzati, questa azione di gioco non procura ne ammonizione ne espulsione per il lanciatore.
  8. Non esistono vincoli sul tipo di scivolata
  9. Non sono ammessi gli spikes di metallo o tacchetti in metallo.
  10. Non è ammesso il bunt (il bunt è una palla battuta, non sventolata, ma toccata intenzionalmente con la mazza e sospinta lentamente in campo interno)
  11. Sono regolamentari solamente le mazze da Softball o da Slow Pitch.




 

 

 

Comitato Organizzatore Campionato Provinciale Slow Pitch

Ultimo aggiornamento Martedì 15 Marzo 2011 11:36
 

 
Mazzancolle Rimini Slow Pitch team - Presso Mini Renzo, Via Olmo Longo nc 6 - 47923 Rimini (RN) cell. 347 5587338 - fax  0541 730193